Le allergie

L'allergia è una malattia del sistema immunitario caratterizzata da reazioni eccessive portate da particolari anticorpi (reagine o IgE) nei confronti di sostanze abitualmente innocue come ad esempio i pollini.

CARATTERISTICHE

Caratteristiche principali sono la specificità e la velocità.

Specificità: essendo dovuta a reazione di un tipo di anticorpi la malattia si manifesta esclusivamente in presenza della sostanza verso la quale è diretto l'anticorpo. Sostanze dello stesso genere (esempio pollini) ma di diversa struttura molecolare (es.pollini di 2 famiglie diverse) generano allergie diverse. In sintesi la persona con una allergia verso un certo polline non ha sintomi se a contatto con pollini di altre famiglie e strutturalmente diversi... Scarica il pdf

Intolleranze Alimentari

LE CAUSE 

Per comprendere quali possono essere le cause che portano alle intolleranze alimentari è necessario evidenziare tutta una serie di fattori che influenzano, direttamente o indirettamente, l’integrità funzionale della barriera intestinale.È evidente che se la funzionalità dell’intero apparato digestivo è buona, a iniziare dalla masticazione sino all’assorbimento dei nutrienti da parte dei villi, non vi saranno problematiche di intolleranze alimentari. Se invece qualche meccanismo si inceppa (scarsa masticazione, difficoltà digestive o situazione di disbiosi intestinale) allora la possibilità che si sviluppino delle intolleranze alimentari, dipenderà dalla condizione della mucosa intestinale; se la mucosa intestinale è integra ed efficiente eseguirà il suo compito di filtro in maniera da far passare nel sistema sanguineo e linfatico solo i nutrienti; al contrario se la permeabilità dell’intestino, per cause che vedremo in seguito, non è ottimale, allora macroelementi, cioè sostanze non completamente digerite, potranno passare... Scarica il pdf

Glutine e Celiachia

Una breve premessa

La malattia celiaca, o celiachia è un intolleranza alimentare permanente nei confronti del glutine, il complesso proteico contenuto, unitamente all’amido, di numerosi cereali. I maggiori imputati sono frumento, orzo e segale; Kamut, farro e grano saraceno, ritenuti meno dannosi per il più basso contenuto di glutine, vanno comunque esclusi  dalla dieta del celiaco; mais, riso e miglio hanno invece il semaforo verde poiché naturalmente privi di glutine; controversa la posizione dell’avena la cui componente proteica, pur simile al glutine, è da molti ritenuta innocua. La malattia celiaca conclamata, detta anche enteropatia da ipersensibilità al glutine, è caratterizzata da sintomi di malassorbimento intestinale (diarrea, perdita di peso, anemia, carenza di vitamine e minerali, ritardo nella crescita) e da anomalie strutturali a livello dei villi e microvilli dell’intestino tenue... Scarica il pdf

Informazioni aggiuntive